ERMETRIS, DAL GATTO ERMES IL NOME DELL’IMPRESA. DA CLAUDIO BORRELLO, IL SUCCESSO DELL’AZIENDA

Ermetris è l’azienda tecnologica di Claudio Borrello. Un giovane ingegnere che, ad un certo punto, da dipendente decide di diventare imprenditore, prima di se stesso. E poi della sua Ermetris. Ha un gatto che si chiama Ermes, ed è appassionato di esoterismo, lui Claudio. Ama le cose belle: il cotonificio restaurato a Gorizia, dove lavorano in forza ad Ermetris i dipendenti, è un ambiente dal tocco femminile (Pamela). Dove si sta bene. Una combinazione alchemica – la chimica conta sempre anche nel fare impresa – fa respirare un’aria frizzante in un’azienda giovane, partita dal 2012. ‘Ci diamo da fare – spiega Borrello – ciò che ci contraddistingue è la flessibilità. Siamo in grado di fornire strumenti che funzionano bene, insieme ad un ottimo servizio di manutenzione’. L’azienda ha sede a Gorizia, con una particolare attenzione per il settore del trasporto ferroviario, ha appena avuto una conferma ed una nuova commessa. Dopo una prima fase proficua di collaborazione, è stata rinnovata per altri due anni la fornitura di prodotti Ermetris alla Amtrak, leader del trasporto su ferrovia negli Stati Uniti. L’impresa di Gorizia porterà oltreoceano il suo microtelefono ferroviario intelligente, con spessore ridotto che ne consente un facile montaggio grazie anche alla chiusura magnetica alla base. Un prodotto capace di offrire una eccellente qualità del suono e molto versatile, grazie alla pulsantiera esterna. L’apparecchio, integrato nel banco del macchinista e destinato alle comunicazioni con i passeggeri (di servizio e di sicurezza), consente anche di comunicare con i capitreno e con l’altro macchinista sul fronte opposto del convoglio. In totale, Ermetris ha fornito questi speciali telefoni a circa 150 treni, fra quelli ad alta velocità sulla direttrice Boston-New York e quelli in servizio in California. Di recente, invece, l’azienda goriziana è stata scelta anche per una commessa in Indonesia, dove fornirà la stessa tipologia di prodotto. «La nostra vocazione è sempre più internazionale – commenta Claudio Borrello, amministratore e fondatore di Ermetris – e la riconferma negli Stati Uniti ci rende consapevoli di essere sulla direzione giusta. Dobbiamo attenerci a rigide disposizioni e standard di qualità: farlo è una dimostrazione della qualità del nostro know how e dei prodotti». Oggi, per fare impresa è necessario essere proattivi, capaci cioè di trasformare i limiti in opportunità, anticipando le nuove richieste del mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *