GRUPPO EURIS PUNTA ALLO SVILUPPO DELLA SUSSIDIARIA CROATA

Rafforzare la controllata Eidos d.o.o., operativa a Fiume in Croazia, immettendo forze fresche nell’organico per puntare in modo deciso sul rilancio in ottica futura. È uno degli obiettivi 2020 del Gruppo Euris, società super tecnologica italiana, con sede legale a Trieste, ma con filiali a Milano, Padova, Bologna e Udine, specializzata in consulenza informatica. Per l’anno in corso, l’azienda mira ad ampliare la forza lavoro dell’impresa croata in modo sostanzioso: «Vogliamo inserire nello staff una ventina di nuovi sviluppatori software tanto in ambito .net, quanto in Java – svela Mauro Inzerillo, delivery director di Gruppo Euris e responsabile di sei sedi, tra cui quella di Fiume -. Puntiamo a profili sia junior, sia senior. Grazie alle nuove professionalità confidiamo di potenziare la nostra filiale croata, che opera per i clienti del Gruppo nel contesto dei sistemi enterprise per le aziende». Attualmente, lo staff di Eidos d.o.o. conta su sei dipendenti, ai quali si è aggiunto da oggi, il nuovo manager Miro Vuletin che si occuperà dei nuovi progetti da sviluppare, delle necessità formative dello staff, dello sviluppo del presidio in Croazia e del recruiting. «Abbiamo già cominciato lo “scouting” su Fiume, intrecciando anche il dialogo con le tre Università presenti nella città croata – conclude Inzerillo -. Vogliamo rilanciare con forza Eidos d.o.o. e per farlo contiamo soprattutto sui giovani. La strategia di crescita del Gruppo passa anche dal partner croato e nella diversificazione dell’offerta commerciale». Euris, fondata da Egisto Bressan (nella foto) nel 1989, può contare su un organico di 450 addetti. Oltre che nel quartier generale di Trieste, opera anche nelle filiali di Udine, Milano, Padova e Bologna, insieme alla già citata sede croata di Fiume. Nel 2018, proseguendo nel suo processo di crescita, l’azienda ha acquisito Test Spa, azienda con core business nella It governance, e Getconnected Srl, realtà dedicata allo sviluppo di soluzioni digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *