EFFEDI E BEANTECH FANNO SQUADRA, PER LO SVILUPPO DELLA ROBOTICA

beanTech di Reana del Rojale (Ud),  ha acquisito il 20% delle quote societarie di Effedi Automation, impresa con sede a Tavagnacco (UD) impegnata nel mondo della robotica. L’ingresso nel capitale sociale è un primo passo, ma il progetto “inaugurale” comune è già in rampa di lancio. Le due aziende, infatti, hanno unito le rispettive competenze per dare vita a un prototipo di cobot (nel video cosa il cobot è in grado fare oggi), robot collaborativo dotato di Intelligenza Artificiale, capace di osservare e monitorare la qualità nel processo produttivo. Il modello di cobot che potrà venire utilizzato nelle fasi di controllo qualità, sarà presentato alla fiera di settore: MecSpe di Parma, dal 28 al 30 marzo. Al via, dunque, un nuovo corso per beanTech, pronta ad ampliare i confini del suo business: «Con questa acquisizione di quote entriamo a far parte di una realtà con know-how consolidato, – sottolinea Fabiano Benedetti, a.d. dell’impresa informatica – per guardare assieme al futuro e alle applicazioni in ambito industriale di automazione e robotica, soluzioni che troveranno sviluppi sempre più interessanti». Un “matrimonio” accolto con entusiasmo anche da Federico Nardone, amministratore delegato di Effedi Automation che guida assieme al padre Giacomo: «Un partner qualificato come beanTech – sottolinea – ci porterà a realizzare progetti ancora più innovativi. Le collaborazioni sinergiche sono fondamentali: Effedi Automation mette a disposizione la competenza nell’automazione e nella robotica, beanTech il know how informatico e la sua capacità di applicarlo nell’ambiente industriale. Il prototipo che presenteremo al MecSpe, fiera di riferimento a livello italiano per l’industria manifatturiera, sarà il primo progetto ufficiale che darà il via alla nostra fruttuosa partnership».

beanTech: il ‘Rinascimento digitale’ parte anche dal Nordest

Dalla tecnologia meccanica ed elettronica analogica a quella digitale. Il tutto, nel nome dell’Industria 4.0, il processo che continua a interessare lo sviluppo delle aziende contemporanee. È la sintesi del “Rinascimento digitale”, la rivoluzione che tocca con mano, in modo sempre più incisivo, le imprese di casa nostra. Ecco, questo vento di cambiamento parte anche dal Nordest grazie a beanTech. L’azienda friulana di Reana del Rojale (Udine), specializzata in tecnologie e soluzioni informatiche, aumentarne la redditività e le loro occasioni di crescita, con la sua Knownow Academy si rende attore protagonista – e in prima linea – del “Rinascimento” in forma compiuta. «Abbiamo investito energie e risorse nella creazione della nostra accademia – sottolinea Fabiano Benedetti, ceo di beanTech – perché vogliamo attrarre sempre più i talenti di casa nostra. Il Friuli Venezia Giulia è una terra ricca di giovani, e non soltanto, di qualità: avverto la necessità di farli crescere e realizzare in regione, creando nel contempo le condizioni di sviluppo digitale, elemento fondante per ricavarsi uno spazio di primo piano nel mercato del futuro». Grazie a Knownow Academy, si è creato dunque un incubatore di competenze e idee «in grado – aggiunge Benedetti – di far “maturare” anche i giovani professionisti del domani. Spesso, pur in presenza di idee imprenditoriali vincenti, mancano i lavoratori che poi abbiano il know how necessario per metterle in pratica. La nostra accademia formativa vuole colmare questa lacuna». Da quando Knownow Academy è nata, a ottobre 2018, sono molti i corsi già organizzati (in aula, in modalità e-learning e ibridi): da quello sul Crm a Data Analytics & Artificial Intelligence, passando per “l’ufficio intelligente” a tutti i livelli, ma ulteriori iniziative sono già in programma e riguarderanno Dynamics365, Azure e la virtualizzazione delle postazioni grafiche. Per tutte le informazioni e le iscrizioni è possibile visitare la pagina http://www.beantech.it/academy/. Va ricordato, inoltre, come le aziende partecipanti ai corsi beanTech possano recuperarne il costo come credito d’imposta (il cosiddetto “Bonus Formazione 4.0”), pensato proprio per incentivare la formazione del personale, anche in modalità e-learning, nell’ambito di svariate tematiche, quali per esempio l’interfaccia uomo-macchina, manifattura additiva, Internet of Things (IoT), l’introduzione delle tecnologie digitali nei processi aziendali e molto altro. L’incentivo è rivolto a tutte le imprese con contratto collettivo che preveda l’agevolazione formativa e sono ammissibili al credito d’imposta le spese relative al costo del personale aziendale coinvolto nella formazione. beanTech, essendo in possesso della certificazione aziendale ISO 9001 – EA 37, è in grado di erogare – tramite la sua Academy – corsi di formazione che beneficiano del credito di imposta. L’agevolazione spetta, per un limite massimo annuale di 300.000 euro, con intensità del 50% per le piccole aziende, del 40% per le medie e del 30% per le grandi che hanno un limite massimo ridotto a 200.000 euro.