BENG, E IL TRICOLORE SULLA SEDE: SPERANZA E FIDUCIA. BEARZI: ‘STOP PER0′ ALLA BUROCRAZIA, ANCHE DOPO’

Matteo Bearzi, imprenditore illuminato tolmezzino, Cfo della Beng (Bearzi Engineering), azienda che crea fari e fanali per le auto di lusso nel mondo, esprime un monito alla politica ed a chi ci governa. 

‘In un momento storico, sociale ed economico, così difficile: non abbiamo bisogno di pesi burocratici ulteriori. Il periodo è complicato. La politica deve poter supportare le aziende nel modo più agile possibile. Facciamo in modo che questi tragici eventi possano servire a cambiare le cose, anche dopo. Fare impresa è già molto complicato di per suo, servono adempimenti burocratici snelli e veloci. A servizio, per davvero, delle imprese. In modo concreto. Facciamolo per noi, per le nostre imprese, per la nostra economia, per le nostre famiglie. Cerchiamo di migliorare in meglio: partendo da questo momento difficile, che sta mettendoci tutti alla prova’.

La sede tolmezzina della Beng ha deciso di illuminarsi con il tricolore in segno di fiducia, incoraggiamento e speranza (nella foto allegata). 

LA ROBOTICA CONTRO IL COVID19, PER LA TUTELA DEGLI UOMINI E DELLE DONNE DELLA SANITA’

‘Un cambio di cultura e di visione: ecco a quanto può portare questa pandemia. Anche nel mondo della robotica’. Ad affermarlo è Federico Nardone, Ceo di Effedi Automation, azienda friulana con core business nella robotica collaborativa  e tradizionale. 

Infatti: ‘Il robot è uno strumento essenziale anche in campo medico. 

In Cina, precisamente a Wuhan, la città da cui è partito il Coronavirus, è stato aperto un reparto ospedaliero per pazienti non gravi, interamente gestito dai robot, in grado di eseguire tutte le mansioni: dall’assistenza ai pazienti, alla pulizia del reparto. Lo riporta il magazine britannico ‘New Scientist’. 

Questi robot sanno muoversi in maniera autonoma grazie alla mappatura degli spazi adibiti alla loro operatività, portano farmaci e cibo ai pazienti che vengono monitorati dall’esterno, da medici ed infermieri’.

‘Le applicazioni nel campo della medicina possono davvero fare la differenza, utilizzando la cosiddetta robotica tradizionale, oltre che con la robotica collaborativa. Lo spazio sanitario, in periodo di pandemia, si presenta altamente a rischio di contaminazione per chi lo frequenta, il robot può venire in aiuto degli operatori sanitari, per la tutela della loro salute’ ha affermato Nardone che conferma inoltre, come, anche Effedi sia in grado di realizzare isole robotiche per contesti sanitari.

INNOVARE E’DONNA, NEL SETTORE DELLA LOGISTICA

Lei è Angela D’Agaro una ragazza coraggiosa e determinata. Ventiquattro anni, neo laureata in ingegneria gestionale. Con un periodo di studio in Canada, a Montreal, ed un altro, di lavoro, in Polonia, presso una impresa di logistica e trasporti. Lei è parte del team di D’Agaro Autotrasporti, azienda con sede ad Amaro (Ud), nel comparto industriale del Carnia Industrial Park, alla cui guida c’è il padre: Angelo. Quarantacinque mezzi di trasporto, per una quarantina di autisti. Un ambiente prettamente maschile che, però, non pregiudica la realizzazione personale e professionale anche di una donna. Angela D’Agaro è infatti la sola donna fra gli addetti dell’azienda. Anche e proprio per questo si sente di lanciare un monito. ‘Il ruolo della donna può essere rivisto anche nel settore dei trasporti e della logistica in genere – spiega Angela – questo già accade nei Paesi del Nord Europa. Essere donna non vuole dire pregiudicarsi l’ingresso nel mondo della logistica. Il mio ruolo, all’interno dell’azienda è di tipo amministravo, ma nulla è precluso alle donne. Il mio percorso di studi mi consente di svolgere il mio ruolo al meglio, e come nel mio caso, tante altre giovani donne con questo tipo di preparazione possono ambire al settore in cui operiamo’. In Italia aumentano gli addetti (+ 6,4% che porta il valore complessivo a poco più di 250.000 unità) e il fatturato (+ 8,1%, oltre 46 miliardi totali) nel settore trasporti e logistica, ma la crescita frena. Nell’anno precedente si viaggiava a un incremento degli addetti del + 10,4% e dei ricavi del + 10%. Questa la fotografia del comparto trasporti e logistica scattata dall’Osservatorio sui bilanci delle SRL, pubblicato dal Consiglio e dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti. L’analisi sulla base della banca dati AIDA –Bureau van Dijk ha riguardato i bilanci 2018 di quasi 17.000 srl afferenti al settore, pari al 3% del totale di srl. In Friuli Venezia Giulia aumentano addetti (+ 7,9%), ma rimangono poche le donne (solo il 35% del totale) e fatturato (+ 9,6%), con una crescita superiore rispetto al dato nazionale. Nel dettaglio emerge come la crescita del fatturato sia più elevata tra le imprese del comparto trasporto terrestre di merci (+ 11,3%) seguito dalle srl del comparto del trasporto marittimo e acque interne (+ 8,7%), magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti (+ 6,6%) e infine (+ 3,8%) trasporto terrestre di passeggeri.

beanTech: NEW MEDIA COMPANY, QUESTO E’ ANCHE IL FUTURO DELL’INFORMAZIONE

beanTech, azienda informatica friulana, si avvia a divenire una vera e propria Media Company. A decretarlo sono i dati di flusso registrati sui social aziendali (Linkedin e Facebook) oltre che sul blog e sito della società. 

Anticipando i tempi, beanTech ha iniziato la sua opera di creazione contenuti, come una e vera propria Media Company, ormai da un paio di anni: video, post, articoli di natura giornalistica e stories. I numeri confermano che questa è una delle nuove vie di produzione di contenuti che, molte volte, hanno a che vedere con i business partner e trattano temi attuali del settore, diffondendo vere e proprie notizie inedite. Le aziende iniziano a fare informazione, oltre che formazione, come del resto, già da almeno due lustri, avviene negli Stati Uniti. 

In questo delicato momento di isolamento sociale, i contenuti diffusi attraverso il web divengono sempre più preziosi, accentratori ed in grado di creare vere e proprie ‘echo-chambers’, nicchie di utenti interessati ad una medesima materia o settore. 

 I numeri di beanTech: quasi 4.500 follower su Linkedin, oltre 5.500 seguaci su Facebook, e accessi importanti sul sito web, collegati al blog aziendale (www.beantech.it/blog): in un anno, quasi 140.000 visitatori. Tutti dati in continuo aumento.

 ‘Fare informazione di qualità è uno dei nostri paradigmi – afferma Luca Degano, manager di beanTech (nella foto) – essere un’azienda tecnologica ci impone anche di rimanere al passo con i tempi e quindi sfruttare le nuove modalità di creazione contenuti. I dati ci danno ragione. Siamo una Media Company aperta al nuovo ed al futuro: saremo tutti sempre più interconnessi anche e soprattutto con gli strumenti digitali. Questo periodo storico molto difficile ci sta insegnando anche questo. Comunicare sarà una pratica non più solo di socialità umana, ma anche e soprattutto di socialità digitale. Attenta e ricercata, la nostra informazione è volta a contrastare le fake news’.

FIDUCIA E SPERANZA: SONO LA VERA INNOVAZIONE DELL’OGGI

Messaggio di fiducia nel futuro da parte di alcuni imprenditori e manager friulani. In primis, è Roberto Cella, patron di Riel ed Helica (core business nelle telecomunicazioni e telerilevamento aereo), con esperienza in situazioni simili, afferma: ‘L’esperienza acquisita nella mia vita lavorativa fra Sudamerica e Africa, mi ha consentito di fare fronte ad eventi catastrofici sia di tipo naturale che causati dall’uomo. Non mi sono mai arreso. Ho avuto invece la forza di continuare a fare del bene: sono fiducioso e penso che da questa emergenza sanitaria, nascerà una società molto più unita. I governi saranno più consapevoli di quanto fragile ogni singolo Paese può essere.

Invece, la nota famiglia Venica, per la produzione di vini, festeggia questo anno i 90 anni dalla fondazione dell’azienda vitivinicola che avvenne i 6 febbraio 1930, in piena depressione economica mondiale. Nonostante le iniziali gravissime difficoltà, l’azienda è prosperata. Gianni ed Emilio Venica affermano: ‘L’Italia è oggi una grande famiglia, uniti, tutti insieme, ce la faremo. Alla ripartenza faremo un grande brindisi’. Fabio Boscolo, Ceo del gruppo Odontosalute, con sede a Gemona (Ud), sottolinea: ‘Usiamo questo tempo per capire cosa davvero è essenziale nella vita’. Gilberto Noacco, direttore generale di Credifriuli: ‘Siamo tutti messi alla prova, in una situazione unica ed inimmaginabile; siamo convinti che con il contributo di tutti supereremo il momento. Da parte nostra: siamo già attivi con misure a sostegno di chi ha necessità’. Matteo Bearzi, Ceo della Beng di Tolmezzo (Ud) conclude: ‘Sarà una svolta per tutti, saremo diversi e migliori’.