FRA GLI EFFETTI DEL COVID: SMART WORKING MONTANO; I GIOVANI PREFERISCONO VIVERE IN MONTAGNA

Dalla Sicilia alla Carnia. La storia di due giovani: Antonio Carabillò (31 anni) e Loredana La Fauci (39 anni) – nella foto – . Oggi, e da diverso tempo, vivono a Villa Santina (Ud). 

Il recente lockdown ha imposto nuovi modelli di pensiero, anche e soprattutto in riferimento al luogo dove abitare. Se prima, i grandi centri urbani erano preferibili alle periferie, ora le dinamiche sociali, derivanti da quelle di emergenza sanitaria, hanno stravolto i paradigmi fino ad ora attuali. Oggi si pensa di più alla qualità del vivere che tanto dipende dal luogo in cui questo avviene. Il contatto con la natura è un presupposto oggi più importante di ieri. Ed anche i valori in cui si crede sono importanti. 

Perché? Quando, normalmente accade che dalla montagna ci si sposti, in direzione dei grandi centri urbani. A loro succede il contrario. Perché, per questi due giovani, la migliore possibilità di lavoro nasce proprio fra le montagne del Friuli Venezia Giulia. E non solo per una semplice attività impiegatizia, ma per uno stimolante ed appassionante lavoro di ricerca. Antonio è laureato in ingegneria energetica e nucleare, ed attualmente dottorando presso l’Università di Udine in Scienze dell’ingegneria energetica e ambientale. Loredana ha una laurea in chimica industriale: entrambi ricoprono un ruolo determinante all’interno de segmento R&D della Eurolls, che ha la sede del suo reparto ricerca e sviluppo, proprio a Villa Santina (Ud), nelle valli della Carnia. 

Cosa li ha mossi a fare questa scelta? ‘Qui in Carnia mi è stata offerto lavoro e la possibilità di fare ricerca, coltivare le mie passioni e vivere un nuovo amore: quello per la montagna’ afferma Carabillò. ‘L’azienda mi ha accolto mettendomi a disposizione un’opportunità professionale e di crescita, ma anche favorendo il mio inserimento nel territorio con la possibilità di usufruire di un alloggio, prima di poter decidere, guardandomi intorno, di sceglierne uno più rispondente alle mie necessità. L’ambiente lavorativo sin da subito mi è apparso stimolante, mi è stata data molta fiducia. La mia crescita professionale va di pari passo con ciò che ogni giorno faccio all’interno della Eurolls che è una azienda aperta mentalmente e lungimirante. Ha nel suo dna l’interesse per la ricerca ed è fortemente proiettata verso il futuro. Continuo a tenere vivo il legame con la mia terra, vado quando posso, ma sono contento di vivere in Friuli, dove oltre ad una scelta di lavoro, coniugo la volontà di vivere in un luogo piacevole, sano ed a contatto con la natura. Ho passato un periodo in cui vivevo e lavoravo a Milano – spiega Carabillò – preferisco Villa Santina’.

Come accade a Loredana La Fauci: ‘Per realizzarmi anche professionalmente, ciò che faccio deve essere in linea con i miei valori. Credo nell’economia circolare e nei suoi paradigmi. Pertanto, mi muovo in questa direzione. Provengo da Messina e sono alla Eurolls, a Villa Santina, da 7 anni. Come Antonio ho avuto la possibilità di inserirmi gradualmente nel territorio, sfruttando l’opportunità abitativa che la Eurolls mi ha dato. Mi trovo bene nella comunità locale ed ho cercato di integrarmi, imparando anche un pò di Friulano. Ho sempre contemplato la possibilità di andarmene dalla mia terra per fare esperienze diverse lavorative e conoscere nuovi posti. La Carnia ed il Friuli rispecchiano i miei canoni di qualità della vita: la zona è molto tranquilla, si vive bene, non si fanno code, non c’è traffico. La Eurolls mi ha dato la possibilità di esprimere le mie qualità. Al suo interno c’è una mentalità molto aperta all’innovazione ed al rinnovamento. Non posso che ringraziare l’azienda per ver creduto in me in questi anni, sostenendo sempre le mie aspirazioni di crescita professionale’.

Eurolls, con sede ad Attimis (Ud) e filiale produttiva a Villa Santina, produce rulli per la formazione del tubo saldato strutturale più grande al mondo, 28 pollici di diametro e 1 pollice di spessore. Registra un fatturato di 29 milioni  e conta 149 addetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *