EUROTECH MONITORA COMPORTAMENTO DELLE API CON L’IoB. CREATO ALVEARE INTELLIGENTE

IoB: l’Internet of Behavior (internet del comportamento) entra nella concretezza con Eurotech. Infatti, la multinazionale tecnologica friulana, con il suo segmento di Ricerca e Sviluppo ha ideato un mini transponder in grado di leggere il comportamento delle api, rendendo un ‘alveare intelligente’. 

Il transponder, delle dimensioni di una pulce, è dotato di RFID, radio-frequency identification,  identificazione a radiofrequenza, per l’identificazione e/o memorizzazione automatica di informazioni inerenti a oggetti, animali o persone, basata sulla capacità di memorizzazione di dati da parte di particolari etichette elettroniche, chiamate tag. Questa identificazione avviene grazie alla radiofrequenza: un reader è in grado di comunicare e/o aggiornare le informazioni contenute nei tag che sta interrogando; infatti, nonostante il suo nome, un reader (ovvero: “lettore”) non è solo in grado di leggere, ma anche di scrivere informazioni.

I trasponder sono stati piazzati sul torace di api presenti in un alveare, in collaborazione con l’Istituto tecnico agrario Brignoli di Staranzano (Go). Gli insetti mostrano così, in tempo reale, il loro comportamento. Le api svolgono un ruolo molto importante nel nostro ecosistema. Sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali  presenti sul pianeta. Sono pertanto fondamentali nella produzione del cibo che mangiamo  e garantiscono circa un terzo della produzione alimentare globale.

Il progetto si posiziona nell’ambito di Genki: Global environment network, knowledge and involvement – dal dato alla consapevolezza.

‘Si tratta per noi di un progetto sperimentale di IoB – spiega Roberto Siagriamministratore delegato di Eurotech – potremmo definirlo ‘l’alveare intelligente’. Le api sono insetti preziosissimi per l’uomo e il suo ambiente. Sono capaci di fornire informazioni che possono determinare le decisioni da assumere in merito alla sostenibilità ambientale. Sembrerebbe impossibile che un insetto, come l’ape, possa essere determinante per il livello di salute ambientale. Eppure è così. Per questo abbiamo messo a disposizione la nostra tecnologia per questo progetto. Anche Eurotech guarda, ormai da anni, alla sostenibilità, e grazie alla trasformazione digitale le imprese possono divenire sostenibili. Sempre di più le scelte strategiche si poggiano sui dati e sulla loro elaborazione,  con tecniche anche di intelligenza artificiale. Grazie all’internet delle cose (IoT) e all’internet del comportamento (IoB) si possono ora raccogliere una quantità importante di dati che ci permetterann  di conoscere meglio l’ambiente intorno a noi, prendendo le giuste decisioni anche  in termini di sostenibilità’. Marco Carrer, a capo dell’R&D di Eurotech spiega come l’Iob sia: ‘Una sorta di evoluzione dell’Iot. Se fino a poco tempo fa si parlava solo dell’Internet delle cose, ora si parla dell’Internet del comportamento’. Ovvero: la tecnologica consente oggi di monitorare determinati comportamenti, anche di tipo animale. L’equilibrio dell’ecosistema ambientale molto dipende dal comportamento delle api, e così pure, gli insetti sono fucina di informazioni utili per capire anche e come la sostenibilità ambientale è più o meno compromessa. ‘Siamo ad un nuovo punto dell’orizzonte – continua Carrer – anche Gartner posiziona l’IoB fra le parole chiave di questo 2021. Sistemi digitali sempre più evoluti, che sfruttano l’intelligenza artificiale, sono in grado di fornirci preziosissime informazioni sui comportamenti. Il futuro della tecnologia lo vedo sempre più legato all’intelligenza artificiale, applicata ad un numero sempre maggiore di settori’.

Nella foto: da sx  Ugo Padulosi (R&D), Roberto Siagri e Marco Carrer (Cto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *