INFOSTAR: FUCINA DEI POSTI DI LAVORO DEL FUTURO

Infostar, azienda friulana dell’hi-tech punta ai cosiddetti lavori del futuro.  ‘Ci riteniamo una “piccola Microsoft” afferma uno dei soci, Luca Noacco.  Stiamo vivendo un momento favorevole, in cui la trasformazione digitale delle aziende è sottoposta ad una grande accelerazione, dovuta anche alla pandemia. 

La società in genere ha capito cosa è possibile fare con il digitale, in tutti i settori. In particolare, il passaggio al cloud, semplifica e velocizza di molto alcune procedure IT, un tempo molto complesse. Il cambiamento sarà ancora più veloce nei prossimi dieci anni con l’avanzare di tecnologie come l’intelligenza artificiale, che contribuirà a generare decine di milioni di nuovi posti di lavoro su scala globale mandando contemporaneamente in pensione alcune professioni ormai obsolete.

Otto lavori su dieci, nel campo tecnologico, cambieranno da qui ai prossimi dieci anni. Quindi, investire nella formazione e nell’occupazione nel campo dell’IT, pare essere sempre e comunque una buona scelta. 

Le opportunità lavorative che si creano sin da subito e per il futuro, saranno basate sulle capacità e le competenze per organizzare e rendere disponibile il cloud, l’intelligenza artificiale ed altre nuove tecnologie a favore delle aziende clienti. Questo obiettivo ha il duplice scopo di aumentare i posti di lavoro e contribuisce ad accelerare la digital transformation delle aziende clienti. 

‘Studiare, impegnarsi e soprattutto essere curiosi ed appassionati delle novità tecnologiche. Con la passione, oltre che le competenze, si riesce ad avere quella marcia in più per farsi notare nel panorama lavorativo in continua evoluzione. Anch’io personalmente mi porto dentro la passione per l’innovazione tecnologica fin dai tempi dall’Università e sono certo che, anche in futuro, essa continuerà ad essere una delle mie migliori compagne di viaggio. Siamo pronti per gettare le basi per il futuro delle nuove professioni. Infostar è e sarà una fucina a questo riguardo. Qui, getteremo le basi. Io, continua Noacco, sono entrato in Infostar, come socio, nel 2006, dopo gli studi di ingegneria elettronica e due esperienze in aziende diverse, ora ricopro il ruolo di operation manager e Cfo e sono orgoglioso del percorso che ho fatto e che sto facendo assieme a Cristian Feregotto’ conclude Noacco.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *