GOOGLE, AMAZON, MICROSOFT LICENZIANO: A CASA 40000 PERSONE

GOOGLE, AMAZON, MICROSOFT LICENZIANO: A CASA 40000 PERSONE

(Ti Lancio da Roma) Roma 24 gennaio 2023 – 18000 di Amazon, 12000 di Google e 10000 di Microsoft: sono i dipendenti delle big company dell’informatica licenziati nelle prime settimane del 2023. Il fenomeno è massiccio: riguarda, per adesso, già 40000 posti di lavoro persi proprio nelle aziende che sembrano andar a gonfie vele.

Da un’analisi dei settori coinvolti si nota che le decisioni non riguardano specifiche aree in dismissione, anzi: sono stati colpiti esperti e manager che lavoravano su tecnologie innovative come i droni per le consegne in un’ora di Amazon, gli assistenti vocali, le app per Android e i dispositivi di virtual reality applicata ai giochi.  

In pratica: Google perde il 6% delle sue 187000 risorse umane, Microsoft il 4,5% su 221000 e Amazon solo l’1,25% ma conta ancora su 1,5 milioni di dipendenti. 

Ciò avviene proprio quando la domanda nel campo dell’IT è cresciuta a ritmi inattesi, grazie alla diffusione delle tecnologie digitali durante la pandemia di Covid. Per spiegare la contraddizione, il Ceo di Google, Sundar Pichai, ha detto che i forti investimenti sull’intelligenza artificiale non sono stati altrettanto remunerativi. Andy Jassy e Satya Madella, rispettivamente Ceo di Amazon e di Microsoft, hanno ammesso l’errore di aver effettuato troppe assunzioni a fronte di un mercato oggi poco vivace e minacciato dalla recessione.
(MARIFRE)

Leave a Reply

Your email address will not be published.