SPAZIO: IN PARTENZA LA MISSIONE ESA VERSO GIOVE. ANCHE ITALIANI I PRINCIPALI STRUMENTI SCIENTIFICI

SPAZIO: IN PARTENZA LA MISSIONE ESA VERSO GIOVE. ANCHE ITALIANI I PRINCIPALI STRUMENTI SCIENTIFICI

(Ti Lancio da Roma) Roma 20 gennaio 2023 – La sonda JUICE (Jupiter Icy Moon Explorer) è pronta a lasciare gli stabilimenti Airbus di Tolosa, dove è stata costruita, per il centro spaziale europeo di Kourou nella Guyana Francese da dove, ad aprile, comincerà il suo lungo viaggio verso Giove. I chilometri da percorrere sono ben 600 milioni.

L‘Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha reso pubblici tutti i particolari della missione, la prima del genere, che si concluderà nel 2030 quando la sonda, raggiunta l’orbita del pianeta più grande del nostro sistema solare, inizierà a studiare le sue lune ghiacciate: Ganimede, Europa e Callisto (in foto, un’immagine elaborata al computer da ESA).

Molto importante il contributo italiano alla missione: l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), insieme con una nutrita comunità scientifica di diverse università ed enti di ricerca e di aziende come Thales Alenia Space e Leonardo, ha realizzato 3 strumenti: il Radar RIME, la camera JANUS, lo strumento di Radio Scienza 3G. 

Obiettivo principale di JUICE, specificano dall’ASI: “studiare l’eventuale abitabilità degli ambienti dei pianeti giganti ed in particolare la possibilità che i satelliti ghiacciati di Giove possano rappresentare un ambiente potenzialmente in grado di supportare attività biotica per tempi lunghi”. 

Sono coinvolti 23 paesi europei, 18 istituzioni, 83 aziende, più di 2000 persone, per un investimento totale di circa 1.6 miliardi di euro.

In ricordo di Galileo (Ph. ESA)

Una targa applicata sul corpo della sonda reca immagini delle prime osservazioni delle lune di Giove, effettuate da Galileo Galilei nel 1610 e pubblicate nel volume ‘Sidereus Nuncius’, custodito in originale dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) di Roma.
(MARIFRE)

Leave a Reply

Your email address will not be published.