MERCATO EDITORIALE: FRENANO GLI ACQUISTI ONLINE A FAVORE DELLE LIBRERIE. I DATI DAL SALONE DI TORINO

MERCATO EDITORIALE: FRENANO GLI ACQUISTI ONLINE A FAVORE DELLE LIBRERIE. I DATI DAL SALONE DI TORINO

Ti Lancio dal Piemonte) Torino 21 maggio 2022 – Il contesto economico è difficile: i prezzi della carta segnano un +50% rispetto allo scorso anno, l’inflazione è al 6,2% e il calo dell’indice di fiducia dei consumatori è significativo. 

Gli italiani tuttavia tornano a comprare libri e lo fanno soprattutto in libreria. Secondo i dati dell’Associazione Italiana Editori (AIE) presentati al Salone Internazionale del Libro di Torino, la spesa per i prodotti editoriali nei primi 4 mesi del 2022 è aumentata del 16% rispetto al 2019 (in valore assoluto, + 65 milioni di euro). Le vendite nelle librerie tradizionali rappresentano un giro d’affari di 245,8 milioni e superano quelle effettuate negli store online (201,7 milioni); il 52,4% dei libri si compra quindi nei negozi fisici, il 43% attraverso i canali digitali.
L’aumento dei costi di produzione ha però comportato un prezzo di copertina più alto del 16%.

Fra le novità segnalate dall’AIE: l’exploit dei fumetti, che triplicano le vendite rispetto al 2019 e la crescita del mercato degli audiolibri che sono fruiti dal 11% dei lettori. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.