L’ENERGIA DEL SOLE PER FORGIARE UTENSILI. BONACCINI: ‘SAU AZIENDA VITALE PER MONTAGNA MODENESE

L’ENERGIA DEL SOLE PER FORGIARE UTENSILI. BONACCINI: ‘SAU AZIENDA VITALE PER MONTAGNA MODENESE

(Ti Lancio dall’Emilia Romagna) – Polinago (MO), 15 novembre 2022 – Sulle colline dell’Appennino modenese, a Polinago, esiste un’azienda che vanta un primato italiano: sviluppare internamente tutto il programma di produzione che ha a catalogo e che gli viene richiesto. Per rimanere competitiva realizzerà un grande parco fotovoltaico. Un altro primato riguarda la solidarietà e lo sviluppo delle attività sportive, in quanto oltre mille ragazzi possono praticare lo sport che amano nella provincia modenese. 

Fondata nel 1982, SAU S.p.A. è un’azienda meccanica di precisione specializzata nella costruzione di utensili per tornitura, fresatura e lavorazione fori di punte e frese, sia in metallo duro integrale che a fissaggio meccanico.

A giugno, in occasione dei festeggiamenti del 40° anniversario dell’attività si è svolta una grande festa in cui il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha sottolineato in video conferenza l’importanza vitale di questa azienda per l’economia della montagna modenese.  

Nello stabilimento di Polinago lavorano 120 persone, mentre tutto il gruppo della Sau, composto da altri 4 marchi, occupa in totale 170 dipendenti con 30 milioni di euro di fatturato previsti per il  2022.
L’azienda di Polinago deve il segreto del suo successo nella realizzazione di utensili per molti settori industriali come quello aerospaziale, dell’automotive, del settore alimentare e del packaging. Fra i principali clienti, sono le industrie aerospaziali a essere grandi consumatori di utensili e perciò necessitano di nuove soluzioni ed esigenze che vengono studiate e realizzate nei reparti di progettazione della ditta di Polinago.

Utensili e macchinari costruiti con leghe di metalli particolari e resistenti richiedono l’utilizzo di molta energia per essere forgiati. “Il problema del caro energia per la nostra azienda – sottolinea Fabio Dall’Omo responsabile Comunicazione e Marketing – è diventato primario e sta incidendo notevolmente sui costi di produzione. Per questa ragione abbiamo razionalizzato al massimo i consumi, stiamo accelerando i tempi della transizione green con un’informatizzazione spinta e con la costruzione di un parco fotovoltaico in grado di fornire molta della energia necessaria per far funzionare al meglio gli impianti di produzione”. 

Un’azienda molto legata al territorio che destina molte risorse per lo sport e i giovani. Molte associazioni sportive sono sponsorizzate nelle loro attività agonistica e in totale sono un migliaio i ragazzi nella provincia modenese sostenuti nella pratica nello sport. Sau ha stipulato accordi con Unimore, l’ateneo di Modena e Reggio Emilia, per l’istituzione di borse di studio per gli studenti meritevoli e nel comune di Polinago ha finanziato numerose manifestazioni e iniziative per il volontariato. Nel mondo del calcio da cinque anni sponsorizza il Modena.

Ma un’azienda che produce in montagna non è svantaggiata rispetto ad una di pianura? “Chiaramente – risponde Fabio Dall’Omo – ci sono degli svantaggi dal punto di vista della viabilità e della logistica. Tutto questo viene però compensato dalla grande professionalità e passione di chi vi lavora. Questa è una caratteristica di chi vive in montagna. Alla Sau nessun dipendente timbra il cartellino e tutti si impegnano per dare il massimo del risultato.”
(PARU)

Leave a Reply

Your email address will not be published.