COMPETENCE CENTER (DI TORINO) CIM4.0: DIGITAL TRANSFORMATION A TUTTA VELOCITÀ

COMPETENCE CENTER (DI TORINO) CIM4.0: DIGITAL TRANSFORMATION A TUTTA VELOCITÀ

A poco più di due anni dall’avvio dell’attività, e nonostante l’era pandemica, il Nordovest viaggia come un locomotore potente, in tema di tecnologia applicata. Oggi il Competence con sede a Torino ha lo sguardo proiettato non solo sul territorio piemontese e italiano ma anche europeo, con l’obiettivo di accompagnare grandi, medie e piccole imprese ad affrontare la IV rivoluzione industriale.

Il Cim 4.0, il Competence Center con sede a Torino, si è originato dal miglior progetto in assoluto presentato nel 2018 al ministero dello Sviluppo Economico dalle università e dalle imprese italiane per concorrere a trasferire nelle piccole e grandi aziende della penisola le competenze necessarie ad affrontare la IV rivoluzione industriale, quella della Fabbrica 4.0, ed ora può già raccogliere risultati che pongono il territorio di riferimento all’avanguardia per una digital transformation affrontata in maniera diffusa dal tessuto imprenditoriale.
Il Competence Industry Manufacturing 4.0 – partecipato da Politecnico di Torino, Università di Torino e da 23 partner industriali ciascuno leader nella propria filiera, automotive, aerospazio, software e hardware, oil&gas, tecnologie e service e users providers – è riuscito a tradurre in attività e trasferimento tecnologico tra il 90 e il 100 per cento delle risorse assegnate a marzo 2019. 
«Per quanto riguarda il primo obiettivo, ovvero l’avviamento del competence center e lo sviluppo dell’offerta di innovazione – spiega il Ceo del CIM4.0 Enrico Pisino – abbiamo realizzato il 90% delle attività, rendicontandone l’87%; riguardo all’altro obiettivo che connota la nostra mission, ovvero il supporto alla domanda di innovazione e il finanziamento dei progetti di trasferimento tecnologico, è stato assegnato il 100% delle risorse, con 33 progetti  e 55 aziende finanziate». Per l’avviamento il co-finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico è stato di 7,2 milioni: per i progetti di innovazione delle imprese il Ministero ha co-partecipato con 3,4 milioni.
Il focus tecnologico è concentrato su quattro ambiti: additive manufacturing; tecnologie per la digital factory; automotive, aerospazio, oil&gas; servizi per la manifattura. 
Nello specifico, riguardo alla linea pilota Additive manufacturing metallico, «è stata sviluppata la più importante linea pilota aperta alle imprese d’Italia, grandi e pmi», specifica Pisino. Per la linea Digital factory, «è stato allestito un laboratorio all’avanguardia con importanti tecnologie, legate all’Industry 4.0 ed integrate per proporre soluzioni concrete per la fabbrica, ovvero un ambiente iperconnesso grazie alla copertura 5G e ad una velocità di rete sino a 10 gigabits al secondo. Visitando la linea digital del CIM4.0 si ha l’impressione di entrare in un ecosistema unico, pensato secondo logiche di efficienza, sicurezza, ergonomia, benessere ed inclusione. Si trovano Cobot, AMR, Droni, impianti di assemblaggio, applicazioni avanzate di Intelligenza artificiale ed è presente anche un  Cave su 4 pareti retroproiettate ad alta risoluzione, il più importante spazio di Realtà Aumentata oggi in Italia. Il tutto funzionale e adattabile a qualsiasi esigenza tecnologica delle imprese, piccole e grandi, piemontesi e nazionali. Inoltre è stato avviato un progetto Flagship e c’è stata la partecipazione al Factory Booster day di Stellantis», dettaglia l’amministratore delegato. Riguardo ai progetti, sviluppati prevalentemente in Europa, quelli avviati e in corso hanno un valore complessivo di 600mila euro; quelli in valutazione raggiungono i 2 milioni e i progetti in preparazione hanno una portata di 3 milioni. 
Intensa anche l’attività di formazione: sono stati più di 80 i corsi di specializzazione su Industry 4.0 attivati dal Learning hub; è in corso la seconda edizione dalla Cim4.0 Academy e la prima edizione della SMTC Academy è in programma per il primo quadrimestre del prossimo anno. 
E nei laboratori del CIM4.0 si stampa in 3D e si realizzano (nella foto) simboli iconici di Torino, come la stella della mole, divenuti simboli e premi per il cinema come è accaduto nei giorni scorsi con la consegna del premio all’attrice Monica Bellucci.

Leave a Reply

Your email address will not be published.