LA SUITE È SERVITA: A RAGUSA L’AZIENDA INFORMATICA ARGO RIVOLUZIONA LA GESTIONE DELLA SCUOLA ITALIANA

LA SUITE È SERVITA: A RAGUSA L’AZIENDA INFORMATICA ARGO RIVOLUZIONA LA GESTIONE DELLA SCUOLA ITALIANA

(Ti Lancio dalla Sicilia) Ragusa 27 giugno 2022 – Dai primi programmi per il calcolo delle diete delle vacche da latte alla creazione della Argo software srl di Ragusa, azienda leader nella creazione di suite informatiche per le scuole italiane.  Oggi, oltre a fatturare milioni di euro, la Argo software srl occupa 88 dipendenti, molti dei quali giovanissimi, mentre altri cento gravitano nell’indotto. 

Siamo a Ragusa, in Sicilia, e quella che vi stiamo per raccontare è la storia di Lorenzo Lo Presti, chimico, che un giorno, a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, nel pieno della rivoluzione informatica e con l’aiuto di altri due amici, un docente e un programmatore, ha deciso di andare all’arrembaggio del mercato scuola, “un mercato che a quei tempi era ancora da esplorare – racconta Lo Presti – dove era possibile entrare con dei programmi gestionali a un costo medio”. 

Il primo programma, ‘Carriera’, venduto in circa 4mila copie, alleggeriva il lavoro dei docenti, in particolare. Autoinstallante, da utilizzare per il calcolo delle ricostruzioni di carriera del personale della scuola. Il primo successo è proprio un programma intuitivo, costruito sul tavolo del salone di casa Lo Presti, trasformato in laboratorio.

“Fu un successo tale che ci costrinse ad acquistare un’altra macchina per duplicare il programma nei floppy disk”, dice l’imprenditore, che pochi giorni fa ha ritirato a Palermo l’ennesimo riconoscimento, durante l’iniziativa targata Class editor – “Motore Italia Sicilia”, che ha premiato le migliori 50 piccole e medie imprese della Sicilia.

Agli inizi degli anni ’90 Ragusa si stava trasformando a piccoli passi in una sorta di polo hi-tech ricco di idee innovative nel campo informatico. E Lorenzo Lo Presti ne diventa presto il portabandiera, disegnando un futuro che per il territorio risulterà una vera novità. 

‘Carriera’ è solo il programma che apre le porte di un mondo che l’imprenditore aveva sognato da sempre. E i programmi fioccano. Seguono “Darwin”, per l’elaborazione automatica dell’orario delle lezioni; “Scuolanet”, che offre alle famiglie la possibilità di accedere via internet e vedere i voti e alle assenze dei figli; “Didargo”, il primo registro elettronico di classe e degli insegnanti”, e tanti altri, come la rilevazione delle presenze con lo smartphone, l’app per i dirigenti scolastici.

L’azienda, oggi, detiene il 50 per cento del mercato scolastico, con programmi pensati per i docenti, ma anche per mettere in connessione studenti e famiglie con il mondo della scuola. 

I programmi della Argo, infatti, sono utilizzati in oltre 4mila scuole italiane su 8mila in Italia, con oltre 78mila applicativi installati. Ogni giorno, solo considerando le applicazioni web, oltre un milione di utenti nella scuola Italiana utilizza i sistemi Argo. L’obiettivo da raggiungere più velocemente possibile è la crescita digitale della scuola.
Nel settore degli enti pubblici Argo ha fornito il software per la gestione delle scritture contabili meccanizzate (Inventario e Facile Consumo) al ministero del Tesoro – Provveditorato generale dello Stato, distribuito a tutte le amministrazioni pubbliche, allocate sul territorio nazionale, che gestiscono beni di proprietà dello Stato.

“La semplicità, innanzitutto – ripete come un mantra Lo Presti – I programmi che creiamo sono estremamente semplici nell’utilizzo, sono funzionali, e il cliente non necessariamente deve ricorrere alla lettura dei manuali d’uso. Inoltre sono ergonomici, devono fare ciò che il cliente si aspetta. Infine, la grafica e i colori giocano un ruolo molto importante”.

Tra i primi programmi sviluppati troviamo il famoso registro elettronico, utilissimo per i docenti e in grado di mettere in connessione i professori con le famiglie. Quest’ultime possono seguire il percorso scolastico dei propri figli: dai voti ai programmi scolastici, dai contatti con i docenti agli argomenti trattati durante le lezioni.

Nel ruolino di marcia della Argo, adesso, c’è il settore della formazione continua dei docenti. E scommettiamo che anche questa volta sarà un prodotto di grande successo. (SALVORI)

Leave a Reply

Your email address will not be published.