Cookie Policy LAZIO. RECORD DI PRESENZE TURISTICHE A ROMA  - Tilancio

LAZIO. RECORD DI PRESENZE TURISTICHE A ROMA 

LAZIO. RECORD DI PRESENZE TURISTICHE A ROMA 

(Ti Lancio da Roma)  Roma 9 febbraio 2024 – Roma “Caput Mundi” del turismo nei prossimi anni. I dati del 2023 fanno ben sperare perché sono state registrate ben 49,2 milioni di presenze che hanno permesso di migliorare i numeri pre-Covid del 2019 e di porre la città eterna al 16° posto al mondo come città più visitata.

Un altro aspetto positivo di Roma è che recentemente ha conquistato il settimo posto a livello mondiale di vivibilità fra le 100 metropoli al mondo che superano il milione di abitanti.  Tutto fa ben sperare in quello che vedrà il tutto esaurito per la città che è rappresentato dal Giubileo del 2025. L’Anno Santo rappresenta per i fedeli cattolici un momento molto importante del cammino religioso dove la visita ai luoghi religiosi della città  permette di ottenere l’indulgenza plenaria dei peccati.  

Recentemente Federalberghi ha organizzato la XX edizione dell’Albergatore Day che ha visto la partecipazione di Alessandro Onorato assessore al turismo di Roma Capitale e del Sindaco Roberto Gualtieri. L’assessore ha evidenziato che l’offerta culturale e l’organizzazione di nuovi eventi hanno permesso di attirare molti turisti e ha sottolineato l’impatto favorevole a livello economico per l’aumento dell’occupazione e dei posti di lavoro.  Il Sindaco invece ha spronato tutti i presenti per raggiungere nuovi obbiettivi e record: «Noi sul turismo non ci accontentiamo: per Roma superare la pandemia, crescere e attrarre, andare sopra i livelli pre-Covid non è sufficiente. Roma è unica, e noi finché non siamo i numeri uno non ci accontentiamo.  La fase che stiamo attraversando non deve farci rilassare. È uno stimolo ad andare avanti su tutti i fronti: eventi, cultura, vitalità e capacità di Roma di unire ai suoi tesori una scena vibrante. Il nostro lavoro deve essere su tutti i fronti, temi concreti». Per il presidente di Federalberghi, Giuseppe Roscioli, il 2024 sarà un anno molto importante per la preparazione del Giubileo del 2025. “L’Anno Santo sarà un appuntamento che metterà la Capitale – ha sottolineato Roscioli – come mai prima sotto gli occhi del mondo ed in cui Roma, e la stessa Italia, si giocano moltissimo sul piano della reputazione internazionale. Tutte le forze in campo dovranno contribuire al successo dell’Anno Santo, dagli operatori, alle Istituzioni, alla politica, perché in termini di immagine possiamo esplodere, ma anche subire un tremendo effetto boomerang se la città non si mostrerà al suo meglio”.
(PARU)

Leave a Reply

Your email address will not be published.