AL COMUNE DI RESIA LA PRIMA BANDIERA VERDE DI LEGAMBIENTE

AL COMUNE DI RESIA LA PRIMA BANDIERA VERDE DI LEGAMBIENTE

(Ti Lancio dal Friuli Venzia Giulia e dal Piemonte) Resia (UD) – Chiaverano (TO) – 20 giugno 2022 – L’assegnazione delle Bandiere Verdi 2022 è avvenuta a Chiaverano (TO) in occasione del VI Summit nazionale promosso da Legambiente nell’ambito della campagna di informazione di Carovana delle Alpi, che quest’anno compie vent’anni, e ha visto la partecipazione di un centinaio di persone.

Al Comune di Resia è stata assegnata la sua prima bandiera verde per “aver messo in campo innovative strategie e azioni a favore della Comunità e, in quest’ottica, aver realizzato un piano comunale partecipato, un vero e proprio percorso che ha coinvolto gli abitanti della valle nel disegno futuro della valle stessa”.

Il sindaco di Resia – Anna Micelli – che ha ritirato il prezioso riconoscimento, lo dedica alla sua gente: gente di montagna che vuole ancora pensare ad un presente e un futuro per la propria Comunità, custode di un patrimonio culturale millenario che non vuole accontentarsi del meno peggio ma è alla ricerca del meglio nonostante le difficoltà sempre più evidenti e gli atteggiamenti del pensare che tutto in montagna si possa misurare solo e soltanto con i numeri.

Venti anni di attività che hanno contribuito a far sì che “la montagna possa assumere nuovi significati e valori, non più come territorio disagiato, ma al contrario come spazio dinamico capace di fornire risposte alla crisi ambientale a partire da stili di vita improntati sulla sostenibilità” ha spiegato Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente.

“I tanti protagonisti delle Bandiere Verdi” ha aggiunto Vanda Bonardo, responsabile Alpi di Legambiente – “ci hanno dimostrato e stanno dimostrando giorno per giorno che un modo diverso di vivere e di costruire sviluppo locale è possibile. Nei progetti premiati c’è una certa idea di futuro che non dimentica le difficoltà del momento e al contempo è proiettata con coraggio su una dimensione prossima di mitigazione e adattamento agli incombenti cambiamenti climatici”.

In tutto 4 le bandiere verdi assegnate al Friuli Venezia Giulia; oltre al Comune di Resia sono state assegnate al comune di Malborghetto- Valbruna che, coinvolgendo le associazioni di volontariato e l’imprenditoria locali, ha favorito l’accoglienza di un turismo sostenibile, alla cooperativa sociale CRAMARS che ha sperimentato ProXima, la prima vetrina digitale innovativa per l’acquisto di prodotti e servizi con i prodotti al banco che favorisce la permanenza dei piccoli negozi nella montagna interna e l’azienda Friûl Cashmere che da un allevamento di capre nelle Dolomiti friulane ha fatto nascere una rete di microstalle che permette di aumentare il numero di capi e la produzione, senza diminuire il benessere animale e coinvolgendo il territorio. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.