OVERLOG, IL MAGAZZINO ‘PARLANTE’ EFFICIENTA LO SMISTAMENTO. DIGITALIZZAZIONE ESTREMA CON LE SOLUZIONI DELL’AZIENDA DI CRASNICH

Magazzino con il 50% di efficienza in più, in cui si è movimentato il 35% di colli in più, le operazioni sono cresciute del 35% a fronte di una riduzione del 70% degli errori e di un taglio dei tempi dell’80% nell’inserimento di nuovo personale. Sono alcuni dei risultati raggiunti dalle soluzioni di efficientamento e digitalizzazione di magazzino operate da Overlog, trent’anni di specializzazione nelle soluzioni software per la gestione logistica, in azienda italiane molto importanti dedicate a diversi settori, tra cui il food&beverage. Molteplici le esigenze imprenditoriali cui dare risposta adeguata: aumento della qualità del servizio; riduzione dei tempi di prelievo ed evasione ordini; riduzione dei costi; riduzione degli errori di spedizione; puntualità nelle consegne; gestione della merce basta sulla data di scadenza. Overlog ha messo a punto una soluzione efficace e immediata utilizzando Slim2K e la tecnologia integrata Voice, con risultati tangibili nella gestione del magazzino per ottimizzazione dei flussi, consegna delle merci, riduzione di tempi, costi ed errori. Punta di diamante dell’intervento, la tecnologia Voice che, in magazzino, consente agli operatori di lavorare a “mani libere”, senza dover leggere le disposizioni sul display del palmare; ricevere i comandi vocali direttamente in cuffia anziché su un display; effettuare comandi vocali direttamente dal microfono integrato, anziché tramite bar code o tastiera. Ne conseguono maggiore velocità operativa e maggiore qualità delle operazioni. «In virtù della tecnologia Voice che permette di non dover impiegare le mani – spiega il Ceo di Overlog, Marco Crasnich -, l’operatore seleziona l’ordine di picking dal terminale che è collegato via rete wi-fi con SLIM2k. Il sistema SLIM2k, attraverso delle speciali cuffie bluetooth create appositamente per la tecnologia Voice, insonorizzate per isolare l’operatore da eventuali rumori esterni, fornisce all’operatore le coordinate del prodotto da prelevare nel magazzino». L’operatore si reca quindi nella posizione richiesta e non deve inquadrare con il terminale il codice a barre, bensì parlare al sistema indicandogli il codice della postazione a cui è giunto. Una volta verificata la postazione, il sistema gli dirà quanti articoli prelevare. Per esempio: «Prendi tre articoli». L’operatore dovrà quindi svolgere il prelievo e confermarlo vocalmente al sistema: «ok confermo». A quel punto il sistema gli indicherà subito le coordinate del successivo prodotto da prelevare. Utilizzata soprattutto nel sistema della Gdo e del Food&beverage, la tecnologia Voice si sta affermando anche in altri settori, quali manifatturiero, tessile, moda, pelletteria, logistica e distribuzione, «tutti comparti dove è fondamentale garantire precisione ed efficienza nel prelievo e dove è necessario operare a mani libere – sottolinea Crasnich –. La nostra azienda è in grado di fornire e integrare tecnologie diverse per l’ottimizzazione di ogni fase e tipologia di magazzino».

D’AGARO AUTOTRASPORTI SEMPRE PIÙ GREEN

La sostenibilità passa anche per scelte da antesignani che, salvaguardando l’ambiente, contribuiscono a innovare i contesti in cui sono calate. Lo conferma la storia della D’Agaro Trasporti di Amaro (Ud) che ha dotato progressivamente tutta la sua flotta dei più aggiornati e performanti sistemi di monitoraggio e ora si è appena insediata nella sua nuova sede ad altissimo valore ambientale. Nell’Industrial Park di Amaro, infatti, il nuovo quartier generale è dotato di un impianto fotovoltaico che permette all’azienda di eliminare completamente l’utilizzo del gas, rendendola autonoma al 100% dal punto di vista energetico. Tutto, quindi, è alimentato con energia verde autoprodotta: riscaldamento, aria condizionata, sistema di autolavaggio, distributore e tutto ciò che è utilizzato presso la sede. È da qui che parte un trasporto su gomma efficiente, sicuro e green. Dal 2013, infatti, i mezzi D’Agaro montano il sistema “Dynafleet”, lo strumento agevole e facilmente integrabile con i sistemi informativi aziendali che consente la comunicazione con il veicolo, il monitoraggio degli spostamenti e delle condizioni di esercizio. Consente l’accesso online ai dati del veicolo, acquisendo così informazioni su come un mezzo è guidato, sulle percorrenze, sui consumi, sullo stato dei veicoli, sulla localizzazione e sulle ore di guida. Il servizio “Fuel&Environment” suggerisce soluzioni per la riduzione dei costi per il carburante e le emissioni e, grazie ai rapporti, è possibile visualizzare risparmi potenziali e progressi previsti in pochissimi secondi. «Analizzando alcuni semplici dati – spiegano i D’Agaro (sono Angelo, Stefano e Angela D’Agaro – nella foto – a portare avanti l’azienda di famiglia) – si può capire meglio dove intervenire sullo stile di guida dell’autista per ridurre i consumi e determinare grossi risparmi in termini di costi finali per l’azienda». Per questo D’Agaro ha accompagnato l’installazione sui suoi mezzi del sistema con un “Corso di guida efficiente” per i suoi autisti. Il calo dei consumi che si è registrato nel corso degli anni «ha implicato una riduzione delle emissioni e un guadagno per l’ambiente, un tema che oggi non può essere assolutamente trascurato dall’autotrasportatore per lavorare in sintonia con le norme stringenti in materia», sottolinea D’Agaro. Per ogni autista il report che monitora la guida vigila su anticipo di frenata, motore e cambio, gestione velocità, tempo totale di percorrenza, chilometraggio e consumo. D’Agaro ha chiuso il bilancio 2019 con 5,5 milioni di fatturato. Ha all’attivo 48 dipendenti e un parco di oltre quaranta mezzi. La nuova sede direzionale nell’Industrial Park di Amaro è il risultato di un investimento di 2 milioni.

https://www.dagarotrasporti.it/